SANITÀ

Con l’approvazione del nuovo piano ospedaliero abbiamo finalmente ottenuto 290 milioni di euro bloccati dal 2014 e riaperto ospedali chiusi o destinati alla chiusura. Fondi e competenze: lavoriamo senza soste per realizzare una rivoluzione di cui sono già evidenti i risultati, a cominciare dalla crescita dei livelli essenziali di assistenza, per una sanità efficiente e vicina alle persone.

Per la Sanità, la Regione c’è.

Approvato il piano ospedaliero

Una grande razionalizzazione della rete ospedaliera per eliminare gli sprechi e migliorare l’assistenza.

Nuovo reparto di terapia intensiva pediatrica al Santobono-Pausilipon

Una struttura unica nel Meridione. Fornita di 15 posti letto a regime e di un percorso integrato di cura. 2 milioni di euro per una struttura dotata di tecnologie avanzate, che ridurrà fortemente la mobilità fuori regione.

Aperti nuovi reparti all’Ospedale del Mare

Già attivati i primi reparti, inizio 2018 la struttura funzionerà in pieno regime con 415 posti letto complessivi.

100 milioni alla ricerca per la lotta alle patologie oncologiche

Le attività riguardano il trasferimento tecnologico per imprese innovative per la lotta alle patologie oncologiche (Campania terra del buono) e Technology platform per la lotta alle patologie oncologiche.

Risonanza magnetica 3 Tesla al Ruggi d’Aragona

Strumenti di avanguardia e al via anche lo Sportello d’Ascolto Centro antiviolenza presso il Pronto Soccorso ed il Reparto Rooming In.

Inaugurato nuovo pronto soccorso all’ospedale “Moscati” di Aversa

La nuova struttura copre 1200 metri quadri e sarà del tutto autonomo nei servizi diagnostici, con la possibilità di effettuare Tac ed ecografie. Un importante punto di accesso per l’area casertana e a Nord di Napoli.

Completato il pronto soccorso al CTO

Finiti i lavori del Pronto Soccorso, chiuso nei precedenti piani ospedalieri, già a inizio 2018 il triage sarà pienamente operativo.

“Touchless” nuovo sistema diagnostico

Inaugurato all’ospedale degli Incurabili della Asl Napoli 1 Centro, il nuovo sistema consente di visualizzare e soprattutto di manipolare in modalità “touchless”, solo con gesti e voce, gli esami radiologici del paziente che contestualmente viene operato.

Vaccinare è un dovere

Un protocollo di intesa per implementare le vaccinazioni obbligatorie e semplificare le procedure per famiglie e dirigenti scolastici.

Riapre il cantiere del Policlinico di Caserta

Entro due anni la consegna di due blocchi della struttura.

Nuovi reparti al San Leonardo di Castellammare di Stabia

Inaugurate le sale del pronto soccorso, la nuova Tac attiva dopo 4 anni, il reparto di nefrologia e dialisi e di ostetricia e ginecologia.

Nuovo reparto di anestesia e rianimazione all’ospedale di Battipaglia

Al presidio sanitario Santa Maria della Speranza sei posti per adulti e due posti per la rianimazione pediatrica, per una spesa di 700 mila euro.

Riapre il pronto soccorso dell’ospedale di Agropoli

Inaugurata una struttura di 20 posti letto, con assistenza garantita per codici bianchi e verdi.

Registro tumori ASL NA2 e tumori infantili Regione Campania

Presentazione dei dati riguardanti i residenti nei 32 Comuni dell’area Nord di Napoli e dei dati relativi ai residenti in Campania di età inferiore ai 20 anni.

Aperto il reparto di malattie oculari rare della AOU Vanvitelli 

A Napoli un centro di eccellenza
che assicura ai pazienti un percorso diagnostico veloce, grazie a tecnologie e sistemi all’avanguardia.

Inaugurato il nuovo istituto di medicina legale a Mercato San Severino 

Un istituto che sarà al servizio dell’intero territorio e delle Procure di Salerno, Nocera e Vallo della Lucania.

70 nuove farmacie

Potenziamento del servizio farmaceutico al cittadino su tutto il territorio regionale.

Screenings neonatali

Dati clinici ed epidemiologici, ed i dati relativi agli screening neonatali per sordità, cecità

e malattie congenite di tutti nuovi nati in Campania saranno raccolti dai Punti nascita regionali e conferiti alla piattaforma SaniArp.

Diminuzione dei tempi delle liste di attesa 

Linee di indirizzo per realizzare gli interventi utili da parte delle Aziende Sanitarie atti a garantire il rispetto dei tempi massimi di attesa per le 43 prestazioni ambulatoriali e le 15 prestazioni di ricovero ospedaliero programmato.

Adeguamento tecnologico e salute digitale

La disponibilità di nuove tecnologie per tutti i cittadini è un elemento fondamentale per garantire l’equità di accesso alle cure
ai cittadini della Campania: l’impegno regionale si è concretizzato in un investimento pari a € 135 milioni.

Nuovo Piano Ospedaliero

Una grande razionalizzazione della rete ospedaliera per eliminare gli sprechi e migliorare l’assistenza.

Aperto Ospedale del Mare

Entro febbraio 2017 sarà operativo anche il pronto soccorso una ripartenza completa dell’attività della struttura che diventerà la punta di diamante della sanità pubblica campana e un punto di eccellenza di livello internazionale.

Eliminate le barelle al Cardarelli

Finalmente cancellata una delle vergogne della sanità regionale.

Riaperto Pronto Soccorso di
Giugliano e Frattamaggiore

Finalmente inaugurato il nuovo pronto soccorso di Giugliano dopo 2 anni di assistenza garantita dal pronto soccorso provvisorio. A Frattamaggiore, invece, è stato inaugurato un presidio sanitario fondamentale per tutto l’hinterland a nord di Napoli.

Riaperto Pronto Soccorso di Pozzuoli

La struttura, di oltre 1100 mq, sostituisce il precedente Pronto Soccorso di circa 400 mq. Ha tra le proprie peculiarità una radiologia esclusivamente dedicata all’emergenza e due diverse sale di Osservazione Breve Intensiva.

Riaperto Pronto Soccorso al CTO

Un passo importante per fare del CTO l’hub regionale per l’ortopedia ma anche per liberare posti letto al Cardarelli.

Ristrutturato Pronto Soccorso Pellegrini

Il nuovo pronto soccorso è stato appaltato nel 2012 e completato a maggio di quest’anno. A potenziarlo sono state destinate 10 unità dell’ospedale San Gennaro che andavano riallocate.

Nominati tutti i direttori generali

L’obiettivo è controllare le attività delle singole Aziende sanitarie e quelle dei centri convenzionati, in particolare la qualità e l’appropriatezza delle prestazioni. Dei nuclei ispettivi fanno parte dirigenti medici, medici, farmacisti, veterinari e amministrativi.