SANITÀ

La Sanità campana è stata per anni il più grande terreno di sviluppo di clientele politiche. Abbiamo detto basta: la Sanità deve tornare a mettere al centro le persone. L’obiettivo è uscire dal commissariamento: razionalizzazione e miglioramento qualitativo dei livelli di assistenza (LEA). Voltare pagina. È questa la priorità della Regione e i primi segnali di un cambio di passo sono evidenti.

Nuovo Piano Ospedaliero

Una grande razionalizzazione della rete ospedaliera per eliminare gli sprechi e migliorare l’assistenza.

Aperto Ospedale del Mare

Entro febbraio 2017 sarà operativo anche il pronto soccorso una ripartenza completa dell’attività della struttura che diventerà la punta di diamante della sanità pubblica campana e un punto di eccellenza di livello internazionale.

Eliminate le barelle al Cardarelli

Finalmente cancellata una delle vergogne della sanità regionale.

Riaperto Pronto Soccorso di
Giugliano e Frattamaggiore

Finalmente inaugurato il nuovo pronto soccorso di Giugliano dopo 2 anni di assistenza garantita dal pronto soccorso provvisorio. A Frattamaggiore, invece, è stato inaugurato un presidio sanitario fondamentale per tutto l’hinterland a nord di Napoli.

Riaperto Pronto Soccorso di Pozzuoli

La struttura, di oltre 1100 mq, sostituisce il precedente Pronto Soccorso di circa 400 mq. Ha tra le proprie peculiarità una radiologia esclusivamente dedicata all’emergenza e due diverse sale di Osservazione Breve Intensiva.

Riaperto Pronto Soccorso al CTO

Un passo importante per fare del CTO l’hub regionale per l’ortopedia ma anche per liberare posti letto al Cardarelli.

Ristrutturato Pronto Soccorso Pellegrini

Il nuovo pronto soccorso è stato appaltato nel 2012 e completato a maggio di quest’anno. A potenziarlo sono state destinate 10 unità dell’ospedale San Gennaro che andavano riallocate.

Nominati tutti i direttori generali

L’obiettivo è controllare le attività delle singole Aziende sanitarie e quelle dei centri convenzionati, in particolare la qualità e l’appropriatezza delle prestazioni. Dei nuclei ispettivi fanno parte dirigenti medici, medici, farmacisti, veterinari e amministrativi.