POLITICHE SOCIALI

Gli stati generali del Welfare tenutisi nel 2017 hanno messo al centro gli operatori del settore perché sono loro i protagonisti delle politiche sociali e da lì sono nati 12 tavoli tematici che lavorano quotidianamente per migliorare la qualità dei servizi. D’altro canto, la Regione ha fatto la sua parte garantendo il trasporto scolastico e l’assistenza specialistica agli alunni disabili delle scuole secondarie di secondo grado, istituendo un fondo per il “Dopo di Noi” e tante altre iniziative.

 

Per il Sociale, la Regione c’è.

Stop violenza: seconda edizione concorso 

Lo scopo del concorso è stato sensibilizzare i giovani contro la violenza di genere tramite un lavoro che abbia come obiettivo la realizzazione di prodotti che la Regione utilizzerà in campagne istituzionali di sensibilizzazione.

Accordi territoriali di genere

Saranno finanziati più di sessanta progetti della durata di almeno due anni, per un valore di oltre 13 milioni di euro.

Cromatica 2017

Festival dei cori LGBT italiani, III edizione, organizzato al Teatro San Carlo di Napoli. Tramite il canto corale si chiama il pubblico e le istituzioni a una riflessione sull’importante tema dell’uguaglianza di diritti per tutte le persone contro ogni pregiudizio e discriminazione.

Fondo per le donne vittime di violenza

È stato creato già dal 2016 un fondo per supportare le donne per le prime necessità. Si tratta di un contributo una tantum di 8000 euro che è stato esteso anche ai figli orfani di donne vittime di femminicidio.

Approvata la legge  su bullismo e cyberbullismo

In dieci articoli gli interventi diretti al rispetto della dignità, alla valorizzazione delle diversità ed al contrasto di tutte le discriminazioni.

Garantiti trasporto e assistenza  scolastica ai disabili

La Regione Campania ha liquidato una somma superiore a 7 milioni di euro per garantire il trasporto scolastico e l’assistenza specialistica agli alunni disabili delle scuole secondarie di secondo grado della regione.

Sportello digitale
“amicheperlarete.it” 

Lo sportello intende fornire un servizio di consulenza, supporto psicologico e legale. Il sito fornisce anche la georeferenziazione di tutti i centri antiviolenza (cinquanta) presenti sul territorio regionale e i relativi contatti.

Mini frigo per i detenuti di Poggioreale 

Consegnati 430 piccoli frigoriferi destinati alle celle dei detenuti, acquistati dall’Assessorato regionale alle Politiche Sociali, su richiesta dell’istituto di pena.

Fondo per il “dopo di noi”

500 mila euro di fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare in quanto mancanti di entrambi i genitori o poiché gli stessi non sono in grado di fornire l’adeguato sostegno genitoriale.

Primavera del Welfare

Stanziate le risorse per il Programma “Primavera Del Welfare” per la realizzazione di interventi finalizzati al rafforzamento dell’offerta dei servizi sociali ed alla diffusione di interventi socio-educativi e di attivazione lavorativa delle
persone svantaggiate a rischio di povertà.

Finanziati Asili Nido (50 milioni)

Assegnazione di voucher di conciliazione spendibili per asili nido e micronidi per l’infanzia, inclusi i nidi aziendali, e aumento dei servizi e delle infrastrutture di cura socio-educativi per i bambini.

Nuovo asilo nido della Regione

L’ampliamento ha consentito a un numero più elevato di bambini di usufruire dei servizi già resi dal nido, aumentando la fascia di età di inserimento dai 3 mesi ai 3 anni.

Integrato Fondo per i Disabili
(16 milioni di euro)

Uno stanziamento importante per sostenere le iniziative volte ad attenuare le difficoltà incontrate dai cittadini diversamente abili.

Aperto Centro Anti-Violenza al Cardarelli

Sportello di ascolto e intervento a sostegno delle donne vittime di violenza e sostegno alla creazione dei codici rosa nelle aziende ospedaliere della Campania.

Istituito Fondo per le Vittime della Violenza di Genere

50.000 euro per spese socio sanitarie e per il sostegno all’autonomia delle donne e dei minori o disabili a carico.

Piani Sociali di Zona
(104 milioni di euro)

È stato liquidato circa il 40% del debito pregresso che si era accumulato durante la scorsa legislatura, di circa 180 milioni di euro.