LAVORO

Non possiamo più aspettare: la situazione sociale del Sud è insostenibile, il lavoro è la priorità assoluta della Regione Campania. Sgravi, incentivi alle imprese e un’attenzione particolare alle nuove generazioni, sono le linee guida per creare nuovi posti di lavoro in Campania.

50 milioni per defiscalizzazione
oneri sociali

Sono state nora chiuse 2.152 pratiche su 2.667 domande presentate dalle imprese per un numero di occupati pari a 4.360.

10 milioni per gli ultracinquantenni

Un’indennità di 800 €/mese per 6 mesi ad ex percettori di ammortizzatori sociali, che si reinseriscono nel ciclo produttivo di aziende campane.

Credito d’imposta per le imprese, 7.000 euro per ogni assunto

Le aziende che assumono con contratto a tempo indeterminato lavoratori ex percettori di ammortizzatori sociali, riceveranno un contributo una tantum di 7.000 euro per ogni assunto.

14 milioni per la formazione professionale

Le aziende che assumono con contratto a tempo indeterminato lavoratori ex percettori di ammortizzatori sociali, riceveranno un contributo una tantum di 7.000 euro per ogni assunto.

9 milioni per buoni lavoro

Finanziati progetti di pubblica utilità, presentati da Enti pubblici campani, e destinati a ex percettori di ammortizzatori sociali tramite “voucher“ per prestazioni di lavoro occasionale ed accessorio.

Approvati 5 Contratti di Sviluppo

Finanziati progetti di pubblica utilità, presentati da Enti pubblici campani, e destinati a ex percettori di ammortizzatori sociali tramite “voucher“ per prestazioni di lavoro occasionale ed accessorio.

Stabilizzati 2.000 precari nella Sanità

800 contratti a termine e 1200 atipici che si trasformano in assunzione a tempo indeterminato.

Consegnato il TFR
ai lavoratori ex EAV

Da quattro anni centinaia di lavoratori aspettavano il pagamento della liquidazione; finalmente risolta una vicenda scandalosa.

Assemblea sul Mezzogiorno:
proposta Piano per il Lavoro

Un’assemblea per rilanciare il Sud sul piano nazionale. Un piano per il lavoro al Sud con una proposta per affrontare il problema della disoccupazione giovanile.

Sburocratizzazione:
Sportello Unico, abolizionecommissioni per l’Artigianato

L’approvazione della Legge è un primo passo in avanti per la sburocratizzazione in Regione; tempi certi, 60 giorni al massimo, per l’iter amministrativo regionale, cancellate le commissioni per commercio ed artigianato, creato lo Sportello Unico Regionale per le imprese.