Lavoro e Attività Produttive

La Campania cresce a un ritmo superiore a quello di tutte le altre regioni italiane, con il Pil al 3,2% (ultimo dato Istat) e con una crescita dell’occupazione pari a +3,6%. Abbiamo posto in essere un sistema di incentivi e sgravi per le imprese unico in Italia, sostenendo la decontribuzione per le nuove assunzioni al 100%, contribuendo fortemente al credito d’imposta per i nuovi investimenti, finanziando con notevoli risorse i Contratti e gli Accordi di Sviluppo, intervenendo per la reindustrializzazione delle aree di crisi. Siamo la prima Regione in Italia per gli aiuti finanziari alle imprese, con 20.000 assunzioni e stabilizzazioni. 20.000 nuove assunzioni dal solo programma Garanzia Giovani, la seconda regione per numero di giovani assunti dopo la Lombardia.

Per le Imprese e il Lavoro, la Regione c’è.

Piano triennale di prevenzione della corruzione e trasparenza 

Il Piano ha come obiettivi strategici la prevenzione della corruzione e il contrasto di ogni forma di illegalità costituendo una priorità strategica della Giunta regionale della Campania.

4 milioni di euro per l’autoimprenditorialità 

Una misura per incentivare il reinserimento occupazionale per i  disocuppati e gli ex-percettori di mobilità  ordinaria o in deroga.

“Training per competere” formazione continua in azienda

La misura ha uno stanziamento di 12 milioni di euro ed è diretta a sostenere lo sviluppo delle competenze e l’aggiornamento professionale delle lavoratrici e dei lavoratori della Regione Campania, coinvolgendo circa 150 imprese e, si stima, oltre 5000 persone.

Primi in Italia per progetti di auto-imprenditorialità giovanile

Misura che finanzia con prestiti a tasso zero l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da giovani dai 18 ai 29 anni, NEET, iscritti al Programma Garanzia Giovani. Fino ad oggi circa 300 progetti ammessi: la prima Regione d’Italia.

73 milioni per la pesca e l’acquacoltura 

Fondi individuati dalla Giunta regionale destinati a rafforzare e rilanciare l’intero comparto della pesca e acquacoltura.

Industria 4.0

Il testo di legge regionale prevede investimenti in ricerca, innovazione e sviluppo produttivo per modernizzare le procedure a livello tecnologico.

Credito d’imposta per gli investimenti 

25 milioni di euro di incentivi, con investimenti pari a 1,3 miliardi nel 2017.

20 milioni per le aree PIP

20 milioni per la realizzazione di infrastrutture finalizzate al recupero ed al potenziamento nelle aree di piano di insediamenti produttivi.

150 milioni per le aree di crisi industriale 

Agevolazioni per 150 mln (di cui 45 cofinanziati dalla Regione) per soddisfare le richieste di 119 imprese presenti nelle aree individuate.

2,5 miliardi di investimenti con i contratti di sviluppo

Finanziati circa 50 contratti di sviluppo per 1,5 miliardi di investimenti attivati; più altri 40 nuovi progetti che verranno finanziati per investimenti pari a oltre 1 mld. Con un impegno di 345 mln della Regione Campania.

Ricerca e sviluppo nell’automotive

12 milioni, di cui 4 a carico della Regione Campania, per progetti di ricerca volti all’innovazione di processo e di prodotto, in esecuzione dell’accordo di Programma con il MISE.

Agevolazioni per le zone economiche speciali

Le zone inserite sono: le aree portuali
di Napoli e Salerno, con le relative aree retroportuali (Castellamare e Torre, aree industriali di Napoli e Salerno, interporti di Marcianise e di Nola, zone industriali di Battipaglia, Agro Nocerino-Sarnese, aree interne e Valle Ufita).

1 milione di euro per finanziare  aziende in crisi 

1 milione di euro di fondo rotativo a sostegno delle operazioni di workers buyout cooperativi. Utilizzato per finanziare prestiti ai lavoratori di aziende in crisi, che decidono di rilevarle e farle ripartire, unendosi in cooperative.

Piano triennale di performance 2017-2019

Un documento programmatico che individua obiettivi strategici ed operativi e definisce indicatori, valori e target per la misurazione e la valutazione delle performance dei singoli, delle strutture e dell’Ente nel suo complesso.

38 milioni di euro per il programma ricollocami

Le aziende che procederanno all’assunzione con contratto a tempo indeterminato di lavoratori ex percettori di ammortizzatori sociali, attualmente disoccupati e privi di sostegno al reddito, riceveranno un contributo una tantum di € 7.000.

Garanzia over

La Regione paga € 800 al mese per 6 mesi ad ex percettori di ammortizzatori sociali ora disoccupati che si reinseriscono nel ciclo produttivo di aziende campane.

Presentato piano sviluppo e burocrazia zero

2,5 miliardi di euro per rilanciare l’economia campana ed aiutare i giovani alla ricerca di lavoro.

Accordo per il salvataggio di Almaviva Napoli 

La Giunta regionale ha garantito il mantenimento del sito e la salvaguardia dei posti di lavoro grazie al finanziamento per la riqualificazione professionale.

20.000 nuove assunzioni con Garanzia Giovani

Fino ad oggi sono stati realizzati 32.000 tirocini. Grazie all’introduzione del Bonus occupazionale, ad Ottobre 2015, la Regione Campania ha consentito 20.035 assunzioni, di cui il 49,1% a tempo indeterminato. Siamo la seconda regione d’Italia dopo la Lombardia per numero di assunzioni.

Corsi di istruzione e formazione con tecnica superiore (ifts)

Si tratta di finanziamenti, per 12,5 milioni di euro, rivolti a realizzare percorsi formativi nelle filiere produttive dell’Agroalimentare, Moda, Aerospazio, Mare, ICT, Turismo e Cultura.

50 milioni per defiscalizzazione
oneri sociali

Sono state finora chiuse 2.152 pratiche su 2.667 domande presentate dalle imprese per un numero di occupati pari a 4.360.

10 milioni per gli ultracinquantenni

Un’indennità di 800 €/mese per 6 mesi ad ex percettori di ammortizzatori sociali, che si reinseriscono nel ciclo produttivo di aziende campane.

Credito d’imposta per le imprese, 7.000 euro per ogni assunto

Le aziende che assumono con contratto a tempo indeterminato lavoratori ex percettori di ammortizzatori sociali, riceveranno un contributo una tantum di 7.000 euro per ogni assunto.

14 milioni per la formazione professionale

Le aziende che assumono con contratto a tempo indeterminato lavoratori ex percettori di ammortizzatori sociali, riceveranno un contributo una tantum di 7.000 euro per ogni assunto.

9 milioni per buoni lavoro

Finanziati progetti di pubblica utilità, presentati da Enti pubblici campani, e destinati a ex percettori di ammortizzatori sociali tramite “voucher“ per prestazioni di lavoro occasionale ed accessorio.

Approvati 5 Contratti di Sviluppo

Finanziati progetti di pubblica utilità, presentati da Enti pubblici campani, e destinati a ex percettori di ammortizzatori sociali tramite “voucher“ per prestazioni di lavoro occasionale ed accessorio.

Stabilizzati 2.000 precari nella Sanità

800 contratti a termine e 1200 atipici che si trasformano in assunzione a tempo indeterminato.

Consegnato il TFR
ai lavoratori ex EAV

Da quattro anni centinaia di lavoratori aspettavano il pagamento della liquidazione; finalmente risolta una vicenda scandalosa.

Assemblea sul Mezzogiorno:
proposta Piano per il Lavoro

Un’assemblea per rilanciare il Sud sul piano nazionale. Un piano per il lavoro al Sud con una proposta per affrontare il problema della disoccupazione giovanile.

Sburocratizzazione:
Sportello Unico, abolizionecommissioni per l’Artigianato

L’approvazione della Legge è un primo passo in avanti per la sburocratizzazione in Regione; tempi certi, 60 giorni al massimo, per l’iter amministrativo regionale, cancellate le commissioni per commercio ed artigianato, creato lo Sportello Unico Regionale per le imprese.